Carnevali

Il carnevale di Viareggio

Il carnevale di Viareggio, il classico che non delude mai

Il carnevale di Viareggio è un evento noto e stimato tanto in Italia, quanto in Europa. Può essere definito non solo un vero classico, ma un classico che non delude mai. Nella ridente e vivace località toscana, da cui l’evento prende il nome e la fama, ogni anno è possibile ammirare spettacolari e ironiche creazioni che colorano il lungo mare attraendo moltissimi visitatori.

Il carnevale di Viareggio è molto noto per i suoi carri. Se chiudiamo gli occhi e per un istante ci pensiamo catapultati in questa realtà sicuramente il primo dato che verrà alla nostra mente è l’impatto visivo: molti carri, grandi, oserei dire enormi ed estremamente colorati e variopinti.

Tutto ciò che immaginiamo è semplicemente la verità. Viareggio è lo stereotipo del carnevale, è il nostro carnevale mentale. Nulla più, ma nulla meno. Proprio per questo non ne possiamo rimanere in alcun modo delusi. Protagonista e regina dell’evento è la cartapesta. Essa è il materiale principale con cui vengono rappresentati i maestosi carri di Viareggio.

carnevale di ViareggioPreparati con dovizia di particolari, al quale il materiale si presta in modo esemplare. Ma questi carri cosa rappresentano? Viareggio ha una storia e il suo Carnevale di certo non esula dalle tradizioni della città, anzi ne è un prodotto a sua volta divenuto uso, costume e tradizione con il passare del tempo.

La prima sfilata di carri a Viareggio risale al 1873, quando dei borghesi si mascherarono protestando per le tasse ritenute eccessive. Da questo momento in poi la rappresentazione polemico/satirica si ripete con scadenza annuale, divenendo non solo tradizione e divertimento per la città e i visitatori, ma anche valvola di sfogo per gli abusi economico-sociali. Si può quindi dedurre il soggetto principale dei carri di Viareggio: la satira socio-politica.

L’uomo fin dall’antichità ha sentito l’esigenza di fare dell’ironia, del grottesco intorno al suo tempo e alle sue istituzioni, ma mai come ora, nel nostro tempo, c’è bisogno di una satira grottesca, ma educata, pungente, ma sottile. Valvola di sfogo è il comico e non il ridicolo, in cui spesso i mezzi attuali sconfinano.

Viareggio è un grande maestro di questa “buona ironia” di cui tanto abbiamo bisogno. Non resta che visitare Viareggio e il suo evento principale, anzi l’evento cardine dell’anno. Quanto debba Viareggio al suo Carnevale o quanto debba il Carnevale a Viareggio è impossibile stabilirlo.

Il mix perfetto di questi due ingredienti: una magnifica cittadella costiera piena di usi e di storia e una tradizione pregnante e culturalmente attrattiva e sentita come il Carnevale hanno reso l’evento, la città e l’Italia stessa famosi e internazionalmente riconosciuti. Non possiamo rischiare di perdere l’occasione per partecipare a questo fantastico prodotto italiano, testando le nostre aspettative, divertendoci, sfogandoci e probabilmente se non di sicuro rimanendo esterrefatti.

Il carnevale di Viareggio
5 (100%) 3 votes
Tags