Città d'arteDestinazioni

Lecce in moto: ecco cosa vedere

Per visitare la città di Lecce vi proponiamo una mini guida per ammirare la capitale del barocco da una prospettiva diversa: in sella alla vostra moto

Il Salento e in particolare la città di Lecce sono delle mete turistiche tra le più apprezzate dai visitatori italiani e internazionali, non soltanto per le paradisiache spiagge, ma anche per i monumenti di rilevante interesse storico-artistico e per la rinomata e apprezzata accoglienza degli abitanti salentini.

Per visitare la città di Lecce e scoprire angoli nascosti, lontani dai soliti itinerari turistici, vi proponiamo una mini guida per ammirare la capitale del barocco da una prospettiva diversa: in sella alla vostra moto.

Dove arrivare a Lecce in moto

La città di Lecce è solitamente il punto di partenza per tutti coloro che viaggiano in moto per avventurarsi tra le bellezze del Salento. Per iniziare la vostra visita alla città di Lecce, vi consigliamo di arrivare al Foro Boario, porta d’ingresso privilegiata per chi vuole parcheggiare la propria moto e visitare il centro storico. Il Foro Boario è anche uno dei posti preferiti per i raduni dei motociclisti che lo scelgono come punto di incontro per organizzare gite e tour in giro per il Salento e la Puglia.

Per chi vuole visitare Lecce e il Salento in moto, può scegliere il servizio offerto da Salentorent.it (https://www.salentorent.it/noleggio-moto-lecce/) e avere un mezzo con cui muoversi in piena libertà.

Il centro storico di Lecce: cosa vedere

Nonostante il centro storico rientri in una zona a traffico limitato, è possibile per chi viaggia in moto accedervi senza nessuna autorizzazione, quindi potete decidere se parcheggiarla all’ingresso della città o se continuare il vostro tour in sella alla moto.

Il centro storico di Lecce è un dedalo di stradine, dove si alternano antichi palazzi in stile barocco e piccole e caratteristiche botteghe artigianali, un vero e proprio a museo a cielo aperto.

Girovagando con la moto tra i vicoli del centro storico fermatevi ad ammirare le particolari decorazioni dei balconi e degli ingressi in stile barocco, realizzati con la pregiata pietra leccese.
Solo nella parte vecchia della città potrete ammirare le tradizionali botteghe artigiane dove vengono realizzate le sculture di calcare leccese e i famosi oggetti in cartapesta.

I monumenti della città di Lecce

Proseguendo la scoperta del centro storico leccese merita sicuramente una visita Palazzo Adorno e la Basilica di Santa Croce, i simboli del barocco salentino. Non è possibile arrivare a Palazzo Adorno e alla Basilica di Santa Croce in moto, ma troverete dei parcheggi nelle vicinanze.

La Basilica di Santa Croce è un edificio sfarzoso ed eccentrico, tipico esempio dello stile barocco con sculture di draghi, cavalli, leoni e angeli mescolati insieme per creare un effetto scenico davvero originale.

A pochi passi dalla Basilica si trova il cuore pulsante della città di Lecce, Piazza Sant’Oronzo, dove si trovano i monumenti più conosciuti della città: la Colonna di Sant’Oronzo, il Palazzo del Seggio, le chiese di San Marco e Santa Maria delle Grazie e l’Anfiteatro Romano.

Se visitate Lecce durante la stagione estiva potrete anche assistere a concerti o rappresentazioni teatrali organizzate all’interno dell’antico Anfiteatro Romano, mentre durante il periodo invernale ospita il tradizionale presepe con i pupi in cartapesta. In Piazza Sant’Oronzo vi è anche un piccolo bar con terrazza dove sorseggiare un caffè in ghiaccio con latte di mandorla, meta preferita di tanti motociclisti.

Il tour alla scoperta delle bellezze leccesi, continua con la visita del Castello di Carlo V, una fortificazione costruita nel 1539 sui resti della Cappella di Santa Trinità e di un vecchio monastero.

La struttura del castello, come volle Carlo V, è quadrangolare con quattro bastioni difensivi e un ampio cortile interno; qui è possibile visitare il Museo della Cartapesta.

Il tour nel centro storico di Lecce, termina con la visita al maestoso Duomo, l’edificio di culto più importante della città con la sua facciata semplice e l’interno invece arredato secondo i canoni stilistici del Barocco.

I luoghi poco conosciuti della città di Lecce

Dopo aver visitato le attrazioni più conosciute della città di Lecce, potete raggiungere con la vostra moto altre luoghi di impareggiabile bellezza. Percorrendo le vie esterne, potrete raggiungere i tre portali di accesso alla città di Lecce, dei portali di notevole interesse storico artistico.

I tre portali della città di Lecce (Porta Napoli, San Biagio e Rudiae) sono stati costruiti in epoche diverse e rappresentano l’evolversi della storia e della cultura leccese.

Il portale più suggestivo è sicuramente quello di San Biagio con imponenti colonne lisce in pietra leccese su cui capeggia un’antica trascrizione latina. Lontano dagli itinerari turistici più classici, troviamo il Teatro Paisiello, un vero gioiello di architettura neoclassica con soltanto 320 posti a sedere.

Se visitate il teatro Paisiello nel mese di maggio potrete assistere a diversi concerti e rappresentazioni teatrali organizzati in occasione del Maggio Musicale Salentino.

Se state programmando un viaggio in moto alla scoperta della città di Lecce, il mese di maggio è sicuramente il migliore, dato che le temperature non sono ancora troppo elevate ed è inoltre possibile visitare alcuni luoghi del barocco leccese non sempre accessibili.

L’ultima domenica del mese di maggio, l’associazione culturale ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane) organizza l’evento Cortili Aperti: è possibile visitare dimore storiche, cortili, sedi di enti e associazioni ed immobili privati solitamente chiusi al pubblico, un appuntamento da non perdere.

Lecce in moto: ecco cosa vedere
5 (100%) 2 votes
Tags

Articoli simili