Montagna

Madonna di Campiglio

Primavera? Inverno? Non importa quando andrete: Madonna di Campiglio dispone di impianti per svolgere lo sci alpino e lo snowboard quando più lo preferiate

Un piccolo paesino, sorto in provincia di Trento, una frazione del comune di Pinzolo: qui troviamo Madonna di Campiglio, capace di ospitare solo 800 abitanti viste le sue dimensioni davvero ridotte. E’ un’amatissima meta turistica sia d’estate che nei mesi invernali, quando il paesino prende improvvisamente vita per garantire e ospitare importanti manifestazioni sciistiche: per esempio le gare di Coppa del Mondo, che sono un vero spettacolo per gli appassionati.

Il paesino sorge nella conca della valle del Sarca, si circonda di boschi fittissimi di abeti che nel periodo invernale, soprattutto quando nevica, regalano un paesaggio estremamente caratteristico, degno della migliore cartolina vivente che possiate mai vedere. Ma a parte gli appassionati di scii e montagna, scopriamo insieme perché visitare Madonna di Campiglio, addentrandoci tra le sue bellezze storiche e naturali.

Cosa visitare a Madonna di Campiglio

Primavera? Inverno? Non importa quando andrete: Madonna di Campiglio dispone di impianti per svolgere lo sci alpino e lo snowboard quando più lo preferiate.

Per poterla raggiungere è sufficiente prendere l’autostrada A22, imboccando l’uscita Rovereto sud e poi proseguire per 90 km: per chi invece proviene da Torino e zone limitrofe bisognerà seguire l’A4 prendendo l’uscita Brescia est e proseguendo per altri 200 km. E’ inoltre facilmente raggiungibile in treno, con le stazioni ferroviarie italiane di Trento e Verona, oltre che con la stazione tedesca di Bahn.

Se desiderate gustare un vero e proprio spettacolo a livello di panorama invece arrivate sul luogo mediante un apposito treno che percorre il tratto Trento-Malé: si tratta di uno spostamento suggestivo, specie nel periodo invernale. E’ caratterizzata dai suoi 60 km circa di piste e 20 impianti di risalita: citiamo per esempio la pista 3-Tre, che è quella usata per le gare di slalom.

Da notare che di recente è stato intitolato al campione Michael Schumacher l’ultimo tratto della pista. Il comprensorio è collegato a quello di Marilleva e Folgarida, oltre al collegamento con Pinzolo che porta a un totale di circa 150 km di sole piste da sci.

madonna di campiglio con la neveNon appena la si raggiunge o quando si sale fino alla cima di una pista, si avverte subito la sensazione di trovarsi in un paradiso, dove le abitazioni e gli hotel sono letteralmente incastrati tra le montagne.

I viaggiatori potranno concedersi lunghe e rilassanti passeggiate alla scoperta del paesino e dei suoi dintorni, fino ad arrivare alla chiesetta caratteristica e i suoi numerosi negozi di artigianato, dove troverete souvenir di legno lavorato.

Liberandovi della vostra auto, potrete affidarvi agli spostamenti per mezzo delle funivie, dai quali riuscirete sempre a scovare un piccolo scorcio da favola che merita di essere visitato e scoperto.

E’ presto detto che Madonna di Campiglio sia indubbiamente una meta turistica amata soprattutto per il contatto diretto con montagna e natura incontaminata; si avverte sempre l’idea di entrare in un rifugio perfetto per chiunque sia alla ricerca di una vera fuga rilassante, lontano dal traffico e dallo stress della vita di città.

Sport invernali, passeggiate, natura, neve: Madonna di Campiglio nei mesi più freddi è il luogo perfetto per visitare le stazioni sciistiche del nord Italia, sfruttando ogni diverso livello di difficoltà.

Madonna di Campiglio
Vota per questo articolo
Tags