Città d'arte

Milano città d’arte: tutto ciò che un turista dovrebbe vedere

Vediamo insieme quali sono i luoghi imperdibili della città, e tutto ciò che culturalmente potrà sorprendere e impressionare un turista curioso

Per il popolo italiano Milano ha sempre avuto un fascino particolare, che è andato potenziandosi in seguito all’Expo 2015. Oggi, il capoluogo lombardo è una delle più apprezzate mete turistiche d’Italia, amata soprattutto dai viaggiatori di tutto il mondo. C’è Roma, c’è Firenze, Venezia e ora tra le più apprezzate realtà del Bel Paese c’è Milano, che è particolarmente amata anche per l’arte e la cultura che sa offrire. Ebbene sì, perché Milano non è solo innovazione, tecnologia, industria e creatività, ma è anche storia e bellezza. Dietro alle luci puntate su moda, design, mondanità e gastronomia, vi sono attrazioni imperdibili e monumenti che non possono non essere visitati.

Vediamo insieme quali sono i luoghi imperdibili della città, e tutto ciò che culturalmente potrà sorprendere e impressionare un turista curioso.

Mai senza il Duomo

Questo è sicuramente il simbolo vero e proprio della città, un monumento che racconta la vera essenza del centro milanese. Parliamo di una splendida struttura che affaccia su una celebre piazza che è il punto di incontro nel cuore meneghino. A realizzarla nel 1386 è stato Gian Galeazzo Visconti, che ha saputo creare una chiesa che è l’essenza della spiritualità del capoluogo lombardo. Non a caso vanta una media di 4 milioni di visitatori all’anno.

A livello estetico e architettonico il Duomo è il simbolo gotico per antonomasia. Nel tempo però ha vissuto ben 6 diverse fasi, che hanno permesso di mantenerlo così ricco e splendente per oltre 5 secoli. Imperdibile è la visita sul tetto o quella dei sotterranei, dove si trovano i resti archeologici Basilica di Santa Tecla. E’ proprio dalle sue fondamenta che Visconti ha ordinato poi l’edificazione di questo nuovo tempio. Vanta oltre 3000 statue al suo interno, con la presenza di personalità laiche che vanno da Vittorio Emanuele II a Dante Alighieri, fino ad arrivare ad Arturo Toscanini. A loro sono affiancati profeti, ma anche i martiri del Vecchio e Nuovo Testamento. Possiamo dire che, per le dimensioni totali, il Duomo è secondo solo a San Pietro in Vaticano.

Castello Sforzesco

Castello Sforzesco
Castello Sforzesco

A poca distanza dal Duomo, sorge un’altra meta importante: il Castello Sforzesco è nato da Visconti, ma ha visto la sua conclusione grazie a Gian Galeazzo Sforza. Furono realizzati anche gli alloggi per le truppe, e venne sistemato il delizioso parco che si espande attorno. Grande prestigio alla fortezza venne poi dato a Ludovico Maria Sforza. Il castello passò anche in mano francese, spagnola e austriaca, tra il XVI e il XVIII secolo. Questa fase gli ha attribuito un’immagine di fortezza straniera, una sorte di pregiudizio che ha segnato per diverso tempo il popolo. A oggi, i milanesi e i visitatori, possono ammirarne la bellezza, e apprezzarne il prestigio fino a farla conoscere a tutti come una delle principali attrazioni di Milano. Al suo interno sorgono anche diversi musei che sono fondamentali per gli appassionati dell’arte. Citiamo il Museo d’Arte Antica, quello degli Strumenti Musicali, oltre ai musei Preistorico ed Egizio. Alle sue spalle sorge il Parco Sempione, una splendida zona di pace e relax proprio nel cuore della città.

Basilica Sant’Ambrogio

Dopo il Duomo, la seconda Basilica più importante sulla superficie milanese è Sant’Ambrogio, che oltre ad avere un’innegabile importanza religiosa, è una completa bellezza dal punto di vista architettonico. Secondo gli esperti storici dell’arte, rappresenta una delle più prestigiose testimonianze del periodo romanico-lombardo. E’ stata anche utilizzata come ispirazione per la realizzazione di numerose chiese che sono state poi realizzate in tutta la regione. I viaggiatori non possono perdersi la cappella vicino all’altare: il Sacello di San Vittore in ciel d’Oro. E’ nota per le decorazioni in mosaico.

A realizzare l’Altare d’Oro è stato il maestro Vuolvinio, orafo del IX secolo, periodo in cui risale anche la più antica delle due torri campanarie. L’altra invece è stata creata tre secoli dopo.

Cimitero monumentale

Non può mancare una visita al Cimitero Monumentale, che è un simbolo significativo a livello architettonico, oltre ad essere luogo di sepoltura per personalità di spicco della letteratura, dell’arte e della polita del nostro Paese. Per citare alcuni nomi celebri: Giorgio Gaber, Alessandro Manzoni, Filippo Turati, Franca Rame e Salvatore Quasimodo. Si sviluppa su una superficie che va oltre i 250.000 mq, ed è un mix perfetto di stili: dal romantico al neoclassico, passando per il liberty e il gotico. E’ un luogo di memoria che stupisce per il suo aspetto così eclettico.

La Scala di Milano

La Scala di Milano

Qui troviamo il famoso Teatro dell’Opera di Milano, che è sicuramente tra i più prestigiosi d’Italia, e uno dei più emozionanti che si possano visitare. E’ proprio qui che sono stati creati veri capolavori dell’opera italiana come l’Otello di Verdi e la Norma di Vincenzo Bellini. Nella parte sinistra dell’edificio sorge il Museo della Scala, che contiene una nutrita collezione di strumenti musicali, ma anche di costumi d’opera e svariati documenti storici.

E per concludere…

Non potevano dimenticare 2 luoghi che sono diventati una caratteristica fondamentale di Milano, un’attrazione assolutamente da inserire in ogni itinerario di viaggio. Da un lato mettiamo la Galleria Vittorio Emanuele II, con i suoi portici e la bellissima cupola che è realizzata in ferro e vetro. Al suo interno si trovano numerosi negozi di brand internazionali, tra cui anche Louis Vuitton e Prada. Se cerchi un luogo di lusso, per divertirti anche con un po’ di sano shopping, è questo il luogo che fa per te!

E infine citiamo i Navigli, una zona interessante sotto tantissimi aspetti. A circa 25 – 30 minuti dal Duomo è possibile passeggiare in riva all’acqua, ammirando uno scorcio davvero magico. Storicamente i Navigli sono stati realizzati per poter sopprimere all’assenza di un corso d’acqua nella città.

i navigli milanesi

Oltre ad avere un grande peso storico, sono diventati uno dei posti preferiti per i selfie dei visitatori. Basta quindi concedersi una bella passeggiata lungo il Naviglio Grande e il Pavese, per sentirsi trasportati in una tipica città del nord Europa. Qui è possibile trovare ristoranti, trattorie e localini che rendono questa zona come un interessante luogo d’incontro per la vita quotidiana e notturna milanese.

Tags

Articoli simili