Destinazioni

Guida di San Francisco: Cosa vedere, dove andare e consigli utili

Personalizzare un vostro viaggio di due giorni a San Francisco è quanto occorre per visitare questa città, scegliendo ciò che vi piace di più da un elenco di almeno 20 attrazioni degne di nota. Potete infatti ammirare panorami mozzafiato, monumenti storici, musei di prim’ordine, quartieri eclettici e luoghi divertenti in cui andare.

San Francisco occupa un posto sicuro nel sogno romantico degli Stati Uniti: un porto marittimo elegante e mondano le cui strade ripide offrono una vista mozzafiato su una delle baie più grandi del mondo.

Per la gente di San Francisco la loro città è un luogo magico, quasi un’isola esattamente opposta alla monotonia che affligge tanta parte della California.

Un’auto a noleggio per vistare San Francisco e dintorni

Scegliere un’auto a noleggio presso l’aeroporto internazionale di San Francisco è l’opzione migliore per visitare la città e le sue zone limitrofe.

Con tariffe basse e prenotazioni facili, i fornitori di auto a noleggio operanti nell’aerostazione offrono ogni genere di veicoli da quelli classici ai modelli sportivi fino ai moderni SUV.

Dall’area di ritiro bagagli, basta seguire le indicazioni per AirTrain per trovare la Blue Line al Rental Car Center. Lì, ci sono varie compagnie compresa quella che avrete prenotato online da casa (opzione consigliata), e ritirate il vostro veicolo senza sorprese e a prezzi decisamente convenienti.

Se tuttavia il viaggio lo avete organizzato con amici e parenti, è importante sottolineare che un noleggio furgoni passeggeri può aiutarvi a portare un gruppo di 12 o 15 passeggeri verso le principali destinazioni di San Francisco, come il Golden Gate Bridge e Chinatown. Anche un minivan come l’Honda Odyssey può portare sette o otto passeggeri e verso destinazioni familiari come il Walt Disney Family Museum o l’Exploratorium.

Cosa fare e vedere a San Francisco?

Quando si parla di San Francisco, la prima cosa che viene in mente e che bisogna assolutamente vedere (e percorrere) è il suo mitico Golden Gate Bridge che è il 9° ponte sospeso più lungo del mondo. La struttura fu aperta al traffico veicolare nel 1937 dopo quattro anni di costruzione, e si estende per 2700 metri sopra il Golden Gate Straight che ogni giorno viene attraversato da più di 100.000 veicoli.

Il ponte tra l’altro si trova ad un’altezza media di 67 sopra il livello del mare, ed è una distanza che è stata progettata per consentire alle navi della Marina di passare al di sotto senza ostacoli. Per dire di aver visitato il ponte di San Francisco, il consiglio come vuole del resto la tradizione, è di percorrerlo da un lato all’altro a piedi nell’apposito corridoio pedonale laterale.

Noleggiare un’auto a San Francisco è tra l’altro importante poiché c’è tanto da vedere; infatti, ad esempio potete recarvi nella zona del porto e salire a bordo di un battello per fare il giro dell’isolotto di Alcatraz che un tempo fu l’omonima prigione. Numerosi ergastolani hanno tentato di fuggire dal penitenziario federale e molti sono stati uccisi o catturati, e poi richiusi di nuovo nelle celle con un conseguente inasprimento della pena.

Visitare oggi l’isola consente di capire come era la vita sulla “roccia” per i criminali più pericolosi del paese. Sempre con l’auto a noleggio potete poi recarvi nella Crookedest Street che è una delle più belle zone della città di San Francisco. Infatti, qui quando le prime case (sulla collina di Lombard Street) furono costruite la pendenza era del 27% ovvero troppo ripida per le auto, riducendo quindi il valore della proprietà in un’epoca in cui le automobili stavano diventando uno standard.

Tale grado di pendenza ha causato danni al valore degli immobili, per cui i residenti con una petizione popolare sono riusciti ad ottenere la costruzione di una strada con otto tornanti e una pendenza ridotta al 16% che ha reso la collina accessibile alle automobili e ai pedoni.

Visitare le zone limitrofe di San Francisco

Un altro quartiere da non perdere in occasione di una visita a San Francisco è Chinatown. Si tratta infatti della più grande comunità cinese presente sulla costa occidentale degli Stati Uniti e che ogni anno attira addirittura più visitatori rispetto al Golden Gate Bridge.

Chinatown offre tra l’altro affascinanti novità, cibo cinese economico e una varietà di attrazioni culturali che riflettono la comunità e il patrimonio della città cinese. Situato all’incrocio tra Grant Avenue e Bush Street, Chinatown è diventata ormai una tappa obbligata in qualsiasi itinerario di San Francisco.

Prima di lasciare questa meravigliosa città, il consiglio è di non perdere un giro nel tram. Si tratta infatti di due linee di cui la prima va da Market Street a Fisherman’s Wharf mentre la seconda percorre su e giù California Street, per cui ci sono molte cose da vedere mentre ci si tiene aggrappati a questo mezzo (con rotaie invertibili) che tra l’altro fu donato dalla città di Milano agli inizi del ‘900.

Articoli simili